it | es
/  holidays  /  yo la reyna  /  dove abito io  /  le rose di jürgen  /  se non accade nulla / romeo & giulietta / se non sarà seren si rasserenerà
Dove abito io
> guarda il video Dove abito io   

di Giacomo Fanfani
con Rafael Porras Montero
luci e scene Silvia Avigo
regia Giacomo Fanfani
produzione Con-fusione

Spettacolo vincitore del Festival Inventaria - Sezione Monologhi

[1]
Scegli la dimensione della lavatrice più adatta al tuo bucato secondo la quantità, le dimensioni, i colori e lo stile dei tuoi capi: fino a 8 Kg, fino a 13 kg, fino a 18 kg o fino ad altro peso. Se sei straniero puoi trovare alle tue spalle la tabella con gli esempi in altre lingue. Qualunque sarà la tua scelta e qualunque sia il paese da cui provieni, il ciclo di lavaggio durerà circa 30 minuti. N.B. Se hai perplessità su come dividere al meglio i tuoi capi consulta il pannello “simboli e consigli” posto alla tua sinistra, questo, purtroppo non è disponibile in altre lingue.

[2] Controlla che le tasche degli indumenti siano vuote.

[3] Per i tuoi capi bianchi macchiati di sangue consulta il manuale di istruzioni sul tavolino alla tua destra.

[4] Metti i capi nella lavatrice e chiudi saldamente l’oblò.

[5] Seleziona la temperatura sulla lavatrice ruotando la manopola di controllo: 30° indumenti molto delicati, molto colorati, molto sintetici. 40° indumenti delicati, colorati resistenti, tessuti in fibra mista macchiati di pesca o di caffè. 60° indumenti in cotone, lino, bianchi o con colori resistenti. 90° indumenti o tessuti molto resistenti.

[6] Avvia la macchina, premendo la stessa manopola di controllo: non cercare mai di aprire lo sportello prima che il programma sia terminato.

[7] Per un uso conforme alle norme non lasciare bambini, maestre di scuola o stranieri nei pressi della lavatrice senza sorveglianza: i bambini e le persone non opportunamente addestrate non possono utilizzare la lavatrice!

___________

Spettacolo vincitore del Festival Inventaria - Sezione Monologhi / motivazione:
Per averci portato nel presente, per aver affrontato la complessità dell'immigrazione sotto il duplice aspetto del bisogno e del desiderio - con una cura registica che è riuscita a rendere necessario ogni elemento scenico fino a farli diventare essi stessi degli interlocutori.

___________

«Un monologo intenso e particolare (...) Dove abito io è uno spettacolo per quanto riguarda la regia funzionale alla drammaturgia lineare ed emozionale, come fosse un flusso misto d'immagini, colori e odori. La recitazione riesce a coinvolgere lo spettatore nella storia che racconta.»
Valentina Dall'Ara - Teatro.org

__________

«Un monologo denso di ricordi e malinconie, un intreccio di stati d'animo nella solitudine di una lavanderia automatica: Rafael Porras Montero della Compagnia Con-fusione è l'unico interprete in scena di Dove abito io di Giacomo Fanfani che firma anche la regia. Pensieri sul viaggio concluso nel suo paese lontano, a trovare la mamma, i parenti. Due settimane. Intanto la scena, con tre oblò di lavatrici sul fondo, va riempiendosi di tanti vestiti - e con il bianco messo da parte è anche possibile comporre la figura di un agnellino, lasciando emergere la memoria della visita al mattatoio quand'era bambino... Intrecciando tra i ricordi anche le speranze, ormai lui con due patrie, voglia di tornare sempre, stando sia qui che laggiù.»
Valeria Ottolengo - Gazzeta di Parma